Caitlyn Jenner è convinta che le donne trans non debbano competere con le donne biologiche agli eventi sportivi

Si è sentito parlare spesso dei vantaggi che hanno le donne transessuali (quindi nate uomini) nelle discipline sportive. E non possiamo non menzionarvi il caso di Fallox Fox, una lottatrice trans di arti marziali miste che ha fatto parlare di sé per aver colpito brutalmente le sue avversarie.

Tutto ciò avrebbe spinto la gente a voler conoscere le opinioni, riguardo al tema, da parte di altre atlete che hanno dovuto far fronte ad un percorso di transizione di genere uomo-donna. E sembra che una delle ultime ed essere scesa in campo per parlare di tale argomento sia stata Caitlyn Jenner.

MMA Strike Force

Sicuramente avrai già sentito parlare di lei grazie al programma “Al passo con i Kardashian”, quando era ancora un uomo, conosciuto con il nome di William Bruce Jenner. L’atleta aveva vinto una medaglia d’oro durante i Giochi Olimpici di Montreal nel 1976 ed era una vera icona trascendentale nella storia dello sport statunitense.

Instagram / Caitlyn Jenner

Ecco perché TMZ ha voluto sapere la sua opinione. La risposta dell’ex multiplista americana è stata piuttosto inaspettata e sicuramente lontana da ciò che attualmente viene definito “politicamente corretto”.

“Credo sia una questione di giustizia. Perciò, mi oppongo, dobbiamo proteggere gli sport femminili nelle scuole. Semplicemente, non trovo sia giusto”.

-Caitlyn Jenner, attraverso TMZ

Chiaramente, una visione del genere in questa epoca è decisamente molto criticata, ma la fortuna è che non viene da un uomo eterosessuale. Lei è una donna trans, che ha dedicato tutta la sua vita allo sport, perciò il suo intervento si riferisce più che altro al lato tecnico e biologico.

L’ex marito di Kristen Jenner crede che se avesse gareggiato con donne biologiche alle Olimpiadi, non solo avrebbe ottenuto la medaglia d’oro a colpo sicuro, ma avrebbe anche battuto dei record che oggi non potrebbero ancora essere battuti da una donna biologica.

Durante l’intervista rilasciata alla testata TMZ, le è stato chiesto se la proibizione di alcune discipline sportive alle donne transgender avesse come obiettivo quello di “delegittimare la loro identità”. Ma Caitlyn si è rifiutata di rispondere e ha semplicemente salutato il giornalista con un freddo “Buona giornata”.

Instagram / Caitlyn Jenner

Inoltre, ha deciso di usufruire di Twitter per spiegare quanto sia fermamente sicura della sua opinione e quanto desideri proteggere gli sport femminili nelle scuole. Sono tutte diverse le opinioni riguardanti tale tema, ma alla fine spetterà alla giustizia dover prendere la decisione più adeguata.

Getty Images

Esistono prove evidenti di donne transgender che superano di gran lunga il record di donne biologiche. A quanto pare, nemmeno l’assunzione di estrogeni è sufficiente a far diminuire la loro forza.